Borraccia: vantaggi e consigli pratici

Come potete ben immaginare, l’idratazione è fondamentale durante le escursioni in montagna. Ed è proprio per questo motivo che bisogna scegliere la giusta borraccia da portare sempre con voi in ogni trekking. Fino a qualche anno fa, tutti sceglievano di portare con sé qualche bottiglietta di plastica; scelta davvero poco ecologica anche se comoda per via della riduzione di peso nello zaino. Per fortuna da qualche anno sono tornate di moda le borracce riutilizzabili che, oltre a fare un favore all’ambiente, hanno una loro specifica funzionalità.

Vantaggi

Primo vantaggio rispetto alle bottigliette di plastica: il risparmio. Infatti, comprare centinaia di bottigliette per poi buttarle dopo ogni utilizzo è molto più dispendioso che comprare una borraccia. Scegliendo un buon modello, e soprattutto un buon materiale, la vostra borraccia avrà una durata di diversi anni.

Un altro enorme vantaggio delle borracce è la loro capacità di mantenere i liquidi caldi o freddi, a seconda delle esigenze. Se ci pensate, questo dettaglio può essere fondamentale quando si va in montagna. Immaginate di dover fare un’escursione di qualche ore in estate e di essere costretti a bere acqua calda tutto il tempo. Acquistando una borraccia termica, l’acqua all’interno rimarrà fresca e dissetante anche per più di mezza giornata. Stesso discorso per l’inverno; bere una bella bevanda calda quando le temperature sono vicine allo zero è decisamente meglio!

Ma come scegliere la giusta borraccia da trekking?

Materiali e consigli

Prima di tutto bisogna scegliere il materiale più adatto. L’alluminio potrebbe sembrare una buona scelta rispetto alle classiche bottiglie in PEC. Tuttavia si tratta di un materiale tutt’altro che ecologico. Infatti, il suo processo di produzione è molto dispendioso sia dal punto di vista dei materiali che dell’energia. Inoltre, per renderlo inossidabile, è necessario rivestire l’interno della borraccia con resina epossidica. Questo polimero purtroppo si decompone facilmente e con il tempo stimola la crescita di batteri nell’acqua, causando cattivi odori e sapori.

Se volete acquistare una buona borraccia, sceglietene una in acciaio inox. Il primo grande vantaggio è il suo peso inferiore a parità di volume, dettaglio che durante un’escursione può essere fondamentale. Inoltre, si tratta di un materiale naturalmente resistente alla corrosione grazie alla presenza di cromo e non avrete quindi nessun cambiamento di sapore dell’acqua nel tempo. Ultimo grande vantaggio: la capacità di mantenere la temperatura dei liquidi costante anche per 12 ore.

Quando comprate una borraccia per le vostre escursioni in montagna controllate che sia facile da aprire ma che allo stesso tempo non rischi di perdere acqua durante la camminata. Inoltre, è preferibile acquistare almeno due borracce; infatti non sempre si ha la fortuna di trovare acqua lungo i sentieri ed è sempre bene essere pronti ad ogni evenienza. Soprattutto in estate, l’idratazione è fondamentale e non vale la pena rischiare di rimanere a corto di acqua.

Questi sono alcuni semplici consigli per scegliere la giusta borraccia da trekking; una scelta non solo ecologica ma anche pratica e salutare per il vostro corpo.

Eva D’Onofrio – MDT Staff

Scrivi un Commento

vedi commenti