ChogoRi, la seconda vetta dell’Himalaya

Conosciuto in tutto il mondo come K2, il ChogoRi è la montagna più elevata del pianeta dopo l’Everest. Situato a confine tra la Cina e il Pakistan, questo monte si eleva dal gruppo montuoso del Karakorum, appartenente alla catena montuosa dell’Himalaya. Una piramide candida che da sempre affascina curiosi e alpinisti nonostante l’ardua impresa per la scalata e gli spiacevoli inconvenienti che molti si sono trovati ad affrontare.

La catena montuosa dell’Himalaya è il complesso montuoso più elevato del pianeta con cime che si ergono oltre gli 8.000 metri e la vetta regina, l’Everest, che raggiunge quota 8.848 metri. ChogoRi è un luogo mitico immerso nel Karakorum, ossia parte integrante dell’Himalaya, considerata dalle popolazioni locali sacra e una connessione tra cielo e terra.

Le conformazioni rocciose himalayane si estendono sull’intero territorio del Tibet, parte della Cina, Pakistan, Bhutan, Nepal e India insediandosi tra culture ed etnie di diversi paesi. Nello specifico, il Karakorum e il ChogoRi sono situati ad Ovest della catena montuosa dell’Himalaya delineandone il confine naturale tra Cina e Pakistan. Il K2 è la seconda vetta più alta del pianeta con un’altitudine di 8.609 metri.

Diversamente dalla cima cugina più elevata, il monte Everest, la sua ubicazione più a nord aggrava le condizioni atmosferiche. Infatti, durante le stagioni fredde, si abbattono bufere di neve violentissime che possono durare anche diversi giorni. Molti anni alpinisti e scalatori sono stati costretti a desistere dall’impresa di conquistare la montagna poiché il persistente maltempo ha reso impossibile qualsiasi avventura alpinistica.

Le origini del K2

Ma le particolarità del ChogoRi sono diverse. La prima ha origine dal suo nome, il K2. Nel 1856 i primi esploratori incaricati nell’effettuare i rilevamenti delle montagne Himalayane considerarono questo monte il secondo più elevato del gruppo del Karakorum, così denominarono la cima con il nome che tutti conosciamo oggi. Questa rilevazione fu uno sbaglio e il K2 successivamente si rivelò essere la vetta più alta del complesso montuoso.

Tuttavia, quando si appurò che il ChogoRi fosse la seconda montagna più elevata al mondo, il nome assegnatogli in precedenza gli fu lasciato per indicare questa sua particolare caratteristica. Così il K2 ha tenuto il suo importante nome per innalzarsi oltre la sua stessa ubicazione e conquistare il primato come seconda vetta dopo l’Everest.

ChogoRi, Himalaya

ChogoRi, La montagna selvaggia

Il K2 è conosciuto per le difficili vie alpinistiche e i pendii spioventi che hanno tolto la vita ad un numero eccessivo di persone. Perfino il grande scalatore Reinhold Messner ha concluso che il ChogoRi è di lunga la vetta più difficile da scalare al mondo e che l’impresa è più che ardua.

Il k2 detiene un altro record alquanto incredibile. Nel 2021 è stato l’ultimo 8.000 ad essere stato scalato in invernale. Se si pensa che l’Everest è stato scalato per la prima volta in invernale nel 1980, si può comprendere quanto più complesso possa essere domare una montagna che a causa dei suoi connotati ha preso anche il nome di montagna selvaggia, il terrore dell’Himalaya.

Alpinismo sul K2

Le spedizioni sul ChogoRi sono state organizzate da diversi team di esperti provenienti da vari paesi del mondo. Il versante dello Sperone Abruzzi è quello preferito, ma da diversi anni guide nepalesi hanno cominciato a condurre appassionati alpinisti sul K2 anche su altre vie.

Fino ad oggi, la montagna è stata scalata da 278 persone e ha visto 66 persone morire in diverse tragedie perpetratesi nel tempo. Molti sono gli italiani che si sono avventurati in questa impresa e anche per questo motivo, il ChogoRi viene anche definita la montagna degli italiani.

Karakorum, Himalaya

Il ChogoRi conquista gli appassionati di escursionismo per diverse motivazioni

  • Altitudine
  • Difficoltà Alpinistica estrema
  • Condizioni atmosferiche
  • Posizione geografica nell’Himalaya
  • Conformazione rocciosa
  • Paesaggio panoramico mozzafiato

Infatti, oltre ad un’altitudine che non ha eguali nel mondo dopo Everest e altri pochi 8.000, il K2 offre uno scenario paesaggistico nella natura selvaggia completamente incontaminato. Le dorsali e i pendii del Karakorum separano i due paesi asiatici come un’immensa muraglia. I pendii scoscesi sono visibili da distanze abissali e delineano i contorni di una realtà surreale.

Ovviamente, il ChogoRi è la seconda vetta più elevata dell’Himalaya e del mondo, pertanto, in molti sono affascinati dall’eroica impresa di conquistare la sua cima. Ed ecco che i riflettori si spostano su una montagna dalla forma piramidale, caratterizzata da quattro facciate rocciose e perennemente innevate. Vasti ghiacciai si estendono a perdita d’occhio e segnano la via per raggiungere le antiche pendici.

Ghiacciaio K2

Viaggio sul Karakorum

Il complesso montuoso del Karakorum è piuttosto inospitale e in questo territorio sono poche le popolazioni che vi risiedono. I Balti sono un’etnia locale che ancora vive in queste zone remote del pianeta e ad oggi resta la principale colonia umana in questo antro sperduto dell’Himalaya. Viaggiare in questo angolo del pianeta non è semplice e le distanze spropositate rendono lo spostamento difficile e per niente agevole.

Se si pensa di raggiungere il monte ChogoRi, anche soltanto da lontano, non è possibile soggiornare nelle immediate vicinanze. Tutt’altro, il miglior modo per visitare queste zone è risiedere in alcuni dei paesini o città ai piedi del gruppo montuoso. In questo modo, si potrà vagare per le piccole realtà locali, in Pakistan o Cina, e vivere un’esperienza più ampia non solo legata alla sola montagna, ma anche alla cultura e al modo di intendere al vita in queste aree situate ai confini del mondo.

L’Himalaya è una catena montuosa tra le più affascinanti e suggestive al mondo. Nel Karakorum si eleva la seconda vetta del pianeta, il ChogoRi, anche noto come K2, una montagna piramidale che incanta e spaventa per la sua bellezza e la sua imponenza.

Fabio Guarino – MDT Staff

Scrivi un Commento

vedi commenti