Greenway sul Lago di Como: tra arte e natura

Il Lago di Como è una delle mete più amate dagli italiani; si tratta del terzo lago più grande d’Italia ed è stato fonte di ispirazione per artisti e poeti come Alessandro Manzoni. Situato tra Como, Milano e Lecco, il Lago di Como è un luogo carico di storia e vale la pena visitarlo almeno una volta nella vita. La sua bellezza dal punto di vista naturalistico, unita alle ville lussureggianti e alle calme acque che rispecchiano il cielo, rendono questo lago un luogo davvero perfetto per un escursione.

In particolare, oggi vi parlerò di un percorso pedonale abbastanza semplice che vi permetterà di ammirare la parte occidentale del Lago di Como. Il percorso ha una lunghezza di circa 10 chilometri e costeggia le rive del lago passando per borghi e giardini. Questo semplice trekking prende il nome di Greenway e parte dal paese di Colonno per arrivare fino a Griante.

La Greenway sul Lago di Como è suddivisa in 7 tappe, percorribili interamente in circa 3 ore e mezzo oppure solo parzialmente. Arrivati a fine percorso, se siete stanchi e non vi va di tornare indietro dalla stessa strada, potete approfittare della linea di navette che in pochi minuti vi riporterà al punto di partenza. Per alcuni tratti, la Greenway passa sull’antica Via Regina, uno dei più antichi percorsi di scambio tra Italia e Svizzera.

Le tappe

La prima tappa della Greenway è quella che da Colonno porta fino a Sala Comacina. Il percorso inizia nel paese e, attraversato il ponte sul Torrente Pessetta, ci si immette sulla Via Regina che in poco tempo conduce al secondo borgo del trekking.

La seconda tappa è la più panoramica e passa nei pressi di numerose chiesette molto suggestive sulle rive del Lago di Como. Verso metà tappa si raggiunge l’Isola Comacina, un piccolo lembo di terra visitabile in battello dove ogni 24 giugno si tengono i festeggiamenti di San Giovanni.

La terza tappa parte da Ossuccio e arriva a Lenno. Questo tratto di Greenway si immerge tra uliveti e frutteti, toccando alcuni punti di notevole interesse artistico come l’Oratorio di San Giacomo.

La quarta tappa è la più frequentata per via delle numerose spiaggette poste lungo il percorso che permettono di rilassarsi nelle fresche acque del Lago di Como. Dopo aver passato la famosa Villa del Balbaniello si giunge al borgo di Mezzegra, punto d’arrivo della tappa.

La quinta tappa è quella più faticosa, perché leggermente in salita. Arrivati all’inizio della sesta tappa, la Greenway si accosta alla Via Regina e si inizia un tratto costeggiato da splendide ville e parchi verdeggianti.

Tremezzo è il punto di partenza dell’ultima tappa della Greenway. La via costeggia il lago e si inoltra in alcuni parchi per poi arrivare nei pressi di una spiaggetta. Qui potrete passare qualche ora di relax prima di riperdere la via del ritorno a piedi o in bus.

Così si conclude questo splendido giro sul Lago di Como, un percorso naturalistico capace di affascinare chiunque. Se volete avere maggiori informazioni sulle singole tappe, vi consiglio di consultare il sito ufficiale della Greenway.

Eva D’Onofrio – MDT Staff

Scrivi un Commento

vedi commenti