Maglia termica: come scegliere il giusto modello

Negli articoli precedenti abbiamo parlato di come vestirsi per andare in montagna durante l’inverno. Come abbiamo visto, l’abbigliamento a strati è fondamentale per mantenere il corpo caldo e asciutto durante le attività in alta quota. Oggi parliamo del primo strato: l’intimo termico. Questo primo strato è forse il più importante ed ha lo scopo di trattenere il calore disperdendo il sudore. La maglia termica è il capo che più viene a contatto con la pelle ed è fondamentale scegliere un modello aderente e confortevole, che non impedisca i movimenti durante la vostra attività.

A cosa serve la maglia termica?

Prima di capire quale modello scegliere, è importante sapere a cosa serve la maglia termica. Fare trekking o altre attività in montagna durante l’inverno vuol dire andare incontro a condizioni climatiche avverse. Il freddo e la neve vanno affrontati adeguatamente se non si vuole compromettere l’escursione. La maglia termica ha quindi come primo scopo quello di mantenere costante la temperatura corporea, impedendo al calore di disperdersi all’esterno. Altro fattore importantissimo è la traspirabilità. L’intimo termico deve convogliare il sudore verso l’esterno per permettergli di evaporare, lasciando la pelle asciutta. Vediamo ora come scegliere la giusta maglia termica.

Tipo di attività

Come per ogni capo sportivo, la prima cosa da prendere in considerazione per la scelta della giusta maglia termica è il tipo di attività che volete intraprendere. Se volete utilizzarla per andare a sciare, è consigliabile scegliere un modello abbastanza caldo, che sia in grado di trattenere bene il calore. Il trekking e l’arrampicata sono attività in cui ci si muove costantemente, perciò è meglio prendere una maglia più traspirante. Se fate molto movimento o se amate la corsa in montagna, vi consiglio di acquistare modelli senza cuciture; in questo modo eviterete sfregamenti e irritazioni della pelle, oltre che avere una maggior libertà nei movimenti.

Meteriali

Un’altra scelta importante è quella del materiale. Anche questo fattore dipende molto dal tipo di attività che desiderate fare. Ricordate che quando si scia si hanno dei momenti morti in cui si resta fermi, come quando si sale in seggiovia. Questo tipo di attività richiede una maglia termica più pesante, ad esempio in lana merino, un tessuto molto leggero ma estremamente caldo. I materiali maggiormente utilizzati per attività come trekking e corsa sono il poliestere o altri tessuti sintetici. Questi sono più leggeri e molto traspiranti, perfetti per un movimento costante e dinamico. Un’alternativa migliore dal punto di vista tecnico è la seta, un tessuto naturale con ottime proprietà ma con prezzi maggiori.

La maglia tecnica deve essere per voi come una seconda pelle, perfettamente aderente al corpo, non troppo larga ma neanche troppo stretta. Se amate fare sport outdoor in inverno investite su un buon intimo termico e non accontentatevi di qualità scadenti. Un buon prodotto vi assicurerà non solo una durata maggiore, ma anche il giusto comfort necessario per trascorrere una bella esperienza in montagna.

Eva D’Onofrio – MDT Staff

Scrivi un Commento

vedi commenti