8 meraviglie naturali del Cile: dalle Ande alla Patagonia

Il Cile è un Paese saturo di aree incontaminate, lande desolate e paesaggi sconfinati. Con Parchi Nazionali e monumenti naturali, è di sicuro tra i pochi al mondo ad ospitare realtà così contrastanti tra loro. Ed è per questo che vale la pena conoscerlo più a fondo. Ecco 8 delle meraviglie naturali del Cile che vi lasceranno senza parole.

Le meraviglie naturali del Cile

Da un estremo all’altro, il Cile incanta con i suoi paesaggi misteriosi e sconfinati. Con un’estensione strabiliante, il Paese percorre verso Sud, seguendo la Cordigliera delle Ande, oltre 4.000 mila chilometri fino a raggiungere la Patagonia. Infatti, oltre ad essere lo stato più lungo e stretto d’America, occupa territori in ben tre continenti differenti:

  • America
  • Antartide
  • Oceania

Ed è proprio in questa sottile lingua di terra che si nascondono alcuni dei tesori più affascinanti del continente americano. Ecco alcune delle meraviglie naturali del Cile in grado di ammaliare davvero chiunque.

Riserva Nazionale Cerro Castillo

Nella Riserva Nazionale Cerro Castillo, tra le anguste e spigolose rocce della conformazione montana, sorge un lago color turchese dalle tonalità divine. Il gruppo montuoso attrae numerosi appassionati e scalatori sia per l’inusuale forma sia per il quadro naturale a cui riescono a dar vita le sue torreggianti vette. Un’oasi magnifica adagiata nel cielo blu. Ma anche un paradiso per escursionisti e amanti della natura che in quest’area protetta possono esplorare chilometri di sentieri selvaggi.

La Cattedrale di Marmo

Poco distante dalle sponde del Lago General Carrera, si erge una straordinaria formazione minerale di carbonato di calcio. Raggiungibile in poco tempo. E visitabile a bordo di piccole imbarcazioni, durante la bassa marea, la Cattedrale di Marmo è un capolavoro assoluto di madre natura. Negli anni l’azione degli agenti atmosferici e delle maree hanno levigato le rocce minerarie dando vita ad uno degli spettacoli più affascinanti della natura.

Parco Nazionale Queulat

Una delle meraviglie di questo Parco è la presenza di ghiacciai perenni e nevaie sospese, a tratti a strapiombo sulla montagna. Situato nella Regione di Aysén, il Parco Nazionale Queulat ospita uno dei ghiacciai più suggestivi del Cile che domina sull’intera valle costituita per lo più da boschi, foreste e un ampio fiume di origine glaciale. Per ammirare tali meraviglie naturali del Cile, è possibile intraprendere uno dei quattro sentieri disponibili.

Patagonia, Laguna San Rafael

Nel bel mezzo del Parco Nazionale Laguna San Rafael si incontra una vasta laguna. Questa, per la sua impressionante varietà nella biodiversità e nei suoi paesaggi, è stata dichiarata Riserva della Biosfera UNESCO. Il Parco, oltre ad essere il più esteso nel Sud del Cile, ospita anche la cima più elevata della Patagonia, ben 4.058 m s.l.m. Gli scenari qui lasciano senza parole e la maggior parte delle foto, anche le meno precise, assumono l’aspetto di una cartolina inestimabile.

Parco Nazionale Torres del Paine

Tra le mete più gettonate dagli amanti del trekking e della montagna, il Parco Nazionale Torres del Paine è di sicuro il principe. Il panorama e le vedute dall’alto tra le conformazioni rocciose e i laghi color turchese sono diventati un simbolo della nazione. Per salvaguardare queste meraviglie naturali del Cile, sono state applicate delle restrizioni nel numero di visitatori che possono accedervi quotidiniamente. Pertanto, è indispensabile riservare l’entrata al Parco con largo anticipo.

meraviglie naturali del Cile patagonia

Parco Nazionale Conguillio

Adagiato nella regione della Arauncanìa, sorge incontrastato un vero e proprio tesoro naturale, anche conosciuto come Los Paraguas. Questo appellativo è dovuto alla forma stravagante delle piante che affollano il Parco Nazionale Conguillio. Qui è possibile ammirare il possente Vulcano LLaima, con una quota di oltre 3.100 metri s.l.m., ma anche i laghi e le lagune di origine vulcana. Le meraviglie paesaggistiche di questo luogo sono anche dovute alle centianaia e cientinaia di ettari di boschi e foreste incontaminate e selvagge. Molte delle quali sono ancora inesplorate e di origini antichissime.

Caleta Tortel

Perdersi nei meandri più remoti del pianeta è un’esperienza ancora possibile. E uno di questi posti in cui poterlo fare si trova in Cile. Precisamente, tra i Campi di Ghiaccio Nord e Sud, a Sud Ovest di Coyhaique. La Caleta Tortel è una comunità singolare caratterizzata dall’assenza di strade. Proprio così, qui le uniche vie di collegamento sono i fiumi e infinite scalinate di legno. Ed è così che le popolazioni autoctone si spostano da un villaggio all’altro. Da centinaia di anni. Ecco quindi un angolo di pace dove poter ritrovare quello spirito selvaggio nascosto nel nostro profondo di ognuno di noi.

Cerro Yunque

Il Cerro Yunque è la parte più elevata dell’isola di Robinson Crusoe, situata nell’arcipelago Juan Fernandez. Con una quota modesta di 915 m s.l.m., la vetta si può raggiungere solo in presenza di equipaggiamento e misure di protezione elevate. Pertanto, la scalata è consentita solo a professionisti o a gruppi organizzati autorizzati. Raggiungere la vetta è un’esperienza incredibile che consente di godere di una vista pazzesca. Anche se da tutta l’isola è possibile incontrare balconi mozzafiato da vivere appieno. La scelta spetta soltanto a te!

Le meraviglie naturali del Cile colpiscono per la loro straordinaria bellezza. Da Torres del Paine con le sue cime spioventi, alla Patagonia e la sua Laguna San Rafael, questo Paese regala emozioni uniche da provare almeno una volta nella vita.

Fabio Guarino – MDT Staff

Scrivi un Commento

vedi commenti