Metal Detective – Gibba in azione!

Ieri sera è andata in onda la prima puntata di “Metal Detective” su DMAX. Questa mini serie ci accompagnerà per qualche tempo tutti i giovedì sera sul canale DMAX o su DPlay per vedere le repliche e le puntate successive con un certo anticipo (per tutti coloro che hanno un abbonamento a DPlay).

Avevo anticipato che avrei commentato dopo aver visto la prima puntata e come promesso eccomi!Dico subito la mia impressione: MI E’ PIACIUTO!

Non mancano gli aspetti positivi

Da stamattina leggo sui social i commenti di detectoristi e non solo. Ho cercato di capire meglio come la pensate e l’impatto avuto su molti detectoristi. In parte condivido i commenti letti, alcuni dei quali rispecchiano il mio pensiero in pieno.

Tra questi condivido chi ha lodato il format. Format, montaggio sono al cardiopalma, adatto per un pubblico giovane e sicuramente in linea con i tempi televisivi di una serie che esalta un simil-estremo. Poi c’è Gibba… un professionista indubbio. Sa come muoversi, ci parla della storia che c’è dietro agli oggetti che trova e li posiziona all’interno del loro contesto storico. I ritrovamenti certamente sono di qualità. Non so se posizionati apposta per girare il video o trovati in ricerca, d’altra parte credo che tutti facciano parte del suo repertorio e che non siano finti ritrovamenti. Se pure fosse, molti di noi abbiamo postato foto di un vecchio ritrovamento datandolo alla giornata del post!

Mi è piaciuta la discrezione per lo sponsor, non menzionando mai direttamente lo sponsor e quindi non trasformando il format in una televendita. D’altra parte gli addetti ai lavori hanno riconosciuto il Metal usato, un Deus della XP Metal Detectors. Intelligente la scelta di trattare la puntata ad “ampio spettro” non esaltando l’uso del Metal Detector sopra la storia ma condendo la storia con un pizzico di Metal. Dato il contesto nazionale in cui viviamo ho apprezzato la conclusione con la “toccata” sul Metal Detecting.

Critiche? Nulla di grave!

Si poteva dire molto di più riguardo alla normativa nazionale ma probabilmente essendo una serie tratterà poco a poco l’argomento nel corso delle puntate. Non mi aspettavo una disamina in un unica puntata del mondo del metal ed effettivamente così è stato. C’è tantissimo da dire e spero lo dica puntata dopo puntata. Nel suo caso l’emulazione è più dannosa che profittevole se non si prendono le dovute precauzioni.

Poteva probabilmente parlare dell’autorizzazione della Regione Veneto per la raccolta dei cimeli in superficie essendo stato anche in Veneto. Effettivamente questa è una delle critiche che più ho sentito dai Veneti che conosco. Anche in questo caso il programma è stato ben bilanciato. Paolo è un esperto, spero accenni all’autorizzazione della Regione Veneto in seguito.

Una categoria più divisa del previsto

Leggo con interesse i commenti della categoria, sto vedendo molte più critiche di quelle che avrei potuto immaginare. La categoria si è divisa su un 60% di utenti che ha apprezzato e un 40% di persone che hanno criticato e criticano la puntata di giovedì. Anche io nei giorni scorsi dalla pagina facebook di MetalDeTrekking avevo espresso qualche perplessità prendendo con le dovute “pinze” le precauzioni per qualcosa che non avevo ancora visto e quindi non potevo giudicare. Qualcuno si è lamentato per questo ma da ieri leggo gli stessi che hanno criticato me per aver espresso perplessità che oggi vanno giù pesante nel prendere le distanze dal programma. Addirittura un gruppo su facebook contrario alla FIMD, pensando che Gibba sostenesse la FIMD (Federazione Italiana Metal Detecting) o essendone in qualche modo coinvolta, ha sparato a zero anche sulla Federazione. Non immaginate nel gruppo dei coordinatori le risate che ci siamo fatti!

Conclusioni

Comprendo chi voleva un programma stile “Boom Baby”, noto alla categoria per i ritrovamenti fatti in terra statunitense. Un programma del tutto diverso nello stile e nella forma rispetto Metal Detective. Dal mio punto di vista Gibba è stato professionale ed equilibrato. Molto delicato nel modo di trattare la storia, da come ha parlato si evince che cura un museo e lo fa per passione e non per vantarsi o per profitto, questo gli ha permesso di mostrare il suo amore per la storia e gli oggetti che trova. Ricordiamo che siamo pur sempre in Italia, una nazione controversa per l’uso del Metal quindi devo dire che Metal Detective è promossa davvero a pieni voti!

Sono certo che nel corso delle puntate potrebbe parlare in maniera più dettagliata riguardo l’uso del Metal e che sarà in grado di bilanciare “show” a contenuti.Vedremo cosa ci riserverà nelle prossime puntate.

Vi lascio il link per chi volesse rivedersi la puntata di giovedì: >>Su Dplay<<

Francesco Manzella – MetalDeTrekking

Scrivi un Commento

vedi commenti