Nepal – Cultura e Trekking tra Montagna e Natura

Il Nepal è un paese dal fascino unico. Adagiato tra India e Cina, questo stato è prevalentemente situato ad un’altitudine superiore ai 2.000 metri. Ecco come cultura e montagna hanno dato vita ad una delle meraviglie del nostro pianeta.

Sin dal secolo scorso, il Nepal ha suscitato un grande interesse per tutti coloro che erano in cerca di pace, serenità o persino di una nuova via. L’incontro tra le diverse religioni, infatti, ha reso questo luogo uno tra i maggiori centri spirituali dell’Asia. In particolare, L’Indù e il Buddismo sono il culto che più caratterizzano questa terra, mistica e dalle antiche origini. Eppure, la varietà del paesaggio grazie alla presenza delle catene montuose più elevate del pianeta rende il Nepal la meta ideale per gli escursionisti, i viaggiatori e gli esploratori più esigenti.

Adagiato tra vette colossali conosciute come le regine del pianeta, il Nepal è il punto di partenza per migliaia di trekking sull’Himalaya. Tra le maggiori cime vi sono:

  • Il Monte Everest, 8,848 m
  • L’Annapurna, 8.091 m
  • Il Manaslu, 8,163 m
  • Kala Patthar, 5,644 m
  • Il Monte Kanchenjunga, 8,586 m
  • Il Lhotse, 8,516 m
  • il Monte Makalu, 8,485 m

Per questa ragione, questo paese asiatico è tra le mete preferite di escursionisti e alpinisti esperti che tentano di conquistare i loro ardui obiettivi. Ma cosa rende il Nepal così incantevole?

Spiritualismo e Cultura secolare

Benché l’Indù sia la religione più professata del Nepal, anche altre confessioni di nicchia hanno libero accesso alla vita del paese. Chiunque si trovi a visitare questi luoghi magici potrà osservare con i suoi occhi quanto lo spiritualismo sia parte integrante della vita. Ogni villaggio o città è costellato di statue, reliquie, materiali per riti e strumenti legati al culto.

Ad oggi, sono ancora in molti a recarsi negli antichi tempi nepalesi. Qui essi provano a respirare quell’aria che da lungo tempo rende il Nepal un luogo spirituale. Storie si rincorrono sul come persone da qualsiasi parte del pianeta abbiano fatto vela verso questo paese e abbiano vissuto anni a pregare, meditare e nel tentare di cercare sé stessi.

Passeggiare nella capitale, Kathmandu e perdersi tra le stradine ancora in terra battuta che conservano l’essenza di quella comunità. Oppure, esplorare i luoghi sacri. In questi edifici è facile essere frastornati dalla bellezza e il gioco di colori che illumina lo spazio in maniera da spiazzare chi lo osserva. Al contempo, i fedeli portano avanti il loro credo e attraverso riti e preghiere completano questo quadro singolare.

buddista Nepal spiritualismo misticismo  trekking natura montagna Himalaya

Himalaya e le cime del mondo

La cultura e la realtà nepalese sono un concentrato di storia, natura e misticismo che si fonde in un tutt’uno. Qui uomini vivono sulle montagne più alte del pianeta e conoscono segreti di un fascino incredibile. La semplicità e la determinazione sono alla base della loro sopravvivenza e questo fa sì che alcuni villaggi riescano a cavarsela anche in condizioni a dir poco estreme.

Ad esempio, su altopiani e montagne anche superiori ai 3000 metri sorgono villaggi locali unici. Le caratteristiche delle zone rurali sono quelle che più colpiscono i visitatori. In effetti, non è da tutti i giorni finire in un complesso urbano di poche case ad un’altitudine che in Europa tutt’al più corrisponde a quella di rifugi montani. In questi luoghi è possibile fare esperienza di un particolare tipo di vita. Un ritmo lento, adagio e routinario scandisce il tempo e regala quel senso di tranquillità ormai scomparso dalle nostre città.

Questi villaggi rurali sorgono su gruppi montuosi e parchi nazionali di una certa importanza come:

  • l’Annapurna,
  • Il Parco Nazionale del Sagarmatha
  • Il Nanga Parbat
  • L’Everest

Pertanto, sono anche località ideali per potersi acclimatare prima di intraprendere i grandi trekking verso le cime regine del mondo.

Himalaya trekking Nepal

Trekking in Nepal

Il Nepal è un mondo immerso nella natura selvaggia e vanta una tra le più straordinarie meraviglie del mondo: l’Himalaya. Qui oltre ai trekking più impegnativi del pianeta è possibile anche effettuare escursioni più agevoli nelle regioni dell’Everest, Annapurna, Helambu e Langtang.

Infatti, invece di lanciarsi nelle eroiche imprese per settimane intere, si può anche optare per picchi più modesti con panorami altrettanto mozzafiato che consentono di ammirare le più grandi vette del pianeta da un’altitudine più bassa. Pertanto, con un buon allenamento fisico e una grande voglia di esplorare, è possibile vagare tra le terre sconfinate nepalesi.

Inoltre, con un permesso rilasciato dal paese, il trekking in alcune aree delimitate è permesso a tutti senza per forza dover organizzare un tour. Ma attenzione, la montagna è pur sempre un luogo temibile e sottovalutarla può finire coll’infrangere i vostri sogni. Organizzare un’escursione tra le montagne dell’Himalaya è pericoloso, quindi è indispensabile partire in più persone ed essere informati e attrezzati per effettuare il percorso.

Detto ciò, il Nepal offre scenari panoramici invidiati in tutto il mondo. Inoltre, grazie ad una cultura radicata che sopravvive ai secoli, questo paese custodisce intatte tradizioni e attività che ancora sono parte integrante della vita quotidiana. In un mondo in continuo mutamento, resistono isolate alcune realtà che riescono a conservare quello stile di vita e quei costumi che ormai l’occidente ha perso.

É anche per questo che il Nepal riesce a catturare l’attenzione straniera. In ognuno di noi sopravvive quel barlume che tenta di ritornare a quel contatto con la natura. La pace e il misticismo locale attraggono le menti aperte in cerca di un mondo diverso che purtroppo anch’esso fatica a restare così com’è.

Fabio Guarino – MDT Staff

Scrivi un Commento

vedi commenti