Pirenei, la catena montuosa più estesa della Spagna

Confine naturale tra la penisola Iberica e la Francia, i Pirenei si stagliano verso il cielo separando di netto i due paesi europei. Lunga oltre 430 chilometri, la catena montuosa pirenaica è una riserva naturale che dall’Oceano Atlantico si estende fino a Cap de Creus nei pressi del Mar Mediterraneo

I Pirenei sono un complesso montuoso che si estende orizzontalmente dall’Oceano Atlantico fino al Mar Mediterraneo, tagliando naturalmente i confini tra la Penisola Iberica e il resto del continente Europeo. Occupando Navarra, Aragona e Catalogna, la catena montuosa pirenaica copre circa 430 chilometri da cui si ergono oltre 200 cime che superano i 3.000 metri di altitudine.

Decantati da molti escursionisti e da appassionati di ciclismo, i Pirenei sono un simbolo di bellezza paesaggistica e di natura incontaminata in tutta Europa. Seconda soltanto al Caucaso e alle Alpi italiane in quanto altitudine, la catena montuosa iberica offre degli scenari panoramici unici e vallate verdeggianti incantevoli tutte da scoprire.

In Alta quota

Il Picco d’Aneto, 3.404 m s.l.m., è il monte più alto dei Pirenei ed è ubicato nel versante spagnolo nella regione dell’Aragona, sulla cresta del Macizo de la Maladeta. Ciononostante, questa non è la vetta più elevata di Spagna che invece è situata nell’isola di Tenerife, nell’arcipelago delle Canarie. Teide con i suoi 3.715 metri s.l.m. è la cima regina della Penisola Iberica ed è un vulcano ancora attivo.

La Sierra Nevada per pochi metri riesce a conquistare il secondo posto per altitudine con il Mulhacén, 3.482 metri s.l.m. Questa è una montagna imponente che domina la scena iberica e vanta di essere la vetta più elevata d’Europa dopo Caucaso e Alpi. Il Picco d’Aneto è il più elevato di oltre 200 montagne pirenaiche che oltrepassano i 3.000 metri di altitudine. Per questo, la catena montuosa dei Pirenei è tra le più caratteristiche al mondo.

Tra le cime principali, il Monte Posets, 3.375 metri s.l.m. e il Monte Perdido, 3.355 metri s.l.m., sono le più alte dopo il Picco d’Aneto. Ma le montagne si perdono a vista d’occhio e ricoprono una superficie vasta e scoscesa. Centinaia di massicci, dorsali e vallate si susseguono congiungendo entrambe le sponde bagnate dai mari. Il Pic Maudit, Pic de la Maladeta, Cilindro di Marboré, Vignemale, Punta del Sabre, sono solo alcuni dei monti che si stagliano verso l’alto dominando sulle valli circostanti.

Per quanto riguarda i trekking, sono presenti numerosi sentieri e percorsi escursionistici con qualsiasi livello di difficoltà, dal turistico all’alpinistico. Per gli amanti dell’escursione si può optare anche per il rinomato GR 11, una vera e propria traversata nel cuore dei Pirenei che percorre quasi l’intera catena montuosa coprendo una distanza di 400 chilometri. Oppure, si può visitare uno dei diversi Parchi Nazionali come Ordesa e Monte Perdido o Aigüestortes i Estany de Sant Maurici.

Monte Perdido, Pirenei

I Borghi dei Pirenei

Immersi nella natura, sono decine i comuni montani situati ai piedi o sulle pendici della maestosa catena montuosa Iberica. Ma come visitare i Borghi dei Pirenei? Per viaggiare liberi e farsi guidare dal proprio cuore, la via ideale è quella dell’auto. In questo modo si può condurre il proprio veicolo tra le verdeggianti vallate, costeggiando le immense pareti pirenaiche e facendo tappa soltanto nei villaggi che più colpiscono il nostro sguardo.

I borghi pirenaici sono segnati da una nota di folclore e racchiudono tradizioni singolari che colpiscono nel profondo. Festival, gastronomia, cultura e tradizione si incontrano in un connubio magico che aspetta solo di essere riscoperto. Le feste sono un simbolo della Spagna e per questo, sono anche un’attrazione significativa nei villaggi ai piedi dei massicci montuosi Iberici.

Festival come El Tributo de las Tres Vacas, si svolgono in diversi borghi pirenaici della Navarra. In particolare, ad Almadia, nella Valle del Roncal e altre località adiacenti. Nella zona dell’Aragona, invece, sono disseminati diversi borghi caratteristici tra qui Benasque, conosciuto per essere il borgo con la maggior quantità di vette oltre i 3.000 metri s.l.m. Dal villaggio si raggiunge il Parco Nazionale Posets-Maladeta.

Infine, nella regione della Catalogna i Pirenei offrono borghi tra i comuni di Girona e Lleida. Girona è la meta perfetta per chi vuole avventurarsi in uno dei numerosi trekking in montagna e respirare la tranquillità delle località pirenaiche. Mentre, Lleida è nota per i borghi medievali che conservano ancora edifici e chiese in arte romanica.

Borghi pirenaici

Il Cammino di Santiago

Bisogna ricordare che in questa splendida area della Spagna, oltrepassando la dorsale che separa la Francia dalla Penisola Iberica, ha luogo il rinomato Cammino di Santiago. Questo è il pellegrinaggio tra i più famosi al mondo che conduce alla Chiesa di Santiago de Compostela in Galizia. Il percorso più frequentato è quello che ha come inizio la piccola cittadina di Saint Jean Pied de Port.

Questo itinerario ricopre una distanza di 800 chilometri circa e oltrepassando i Pirenei si collega al vero e proprio sentiero del cammino. Inizialmente, il pellegrinaggio prosegue sul GR-65, inserito nel sistema di sentieri europei E5. Oggi il Cammino di Santiago de Compostela è un’attrazione turistica che richiama centinaia di migliaia di visitatori l’anno. Ma la sua storia è sacra e intorno alle origini di questo pellegrinaggio circola un velo di mistero.

Già durante il Medioevo, molti fedeli si mettevano in viaggio a piedi per omaggiare il luogo in cui furono sepolte le spoglie dell’Apostolo Giacomo il Maggiore. La Galizia da sempre ha attratto l’attenzione dei pellegrini per commemorare la sacralità del discepolo. Tuttavia, la storia è intarsiata da eventi e momenti diversi che hanno portato successivamente alla fondazione di questo grande sentiero Europeo.

Ad oggi il Cammino di Santiago è tra i più percorsi al mondo e per ottenere il certificato basta percorrere gli ultimi 100 chilometri fino alla Basilica di Santiago de Compostela. Nelle zone in cui si snoda il cammino tra i Pirenei, la vegetazione, le vallate e i panorami sono mozzafiato. Percorrendo questo sentiero si può percepire la sensazione sacrale e spirituale del luogo che conduce lentamente verso la fine della terra, al cospetto dell’Oceano Atlantico.

Fabio Guarino – MDT Staff

Scrivi un Commento

vedi commenti