ROUTE 66, ITINERARIO STATI UNITI

Un viaggio on the road sulla mitica Route 66 attraversando uno dei paesaggi più affascinanti del pianeta. Dalla California, attraversando stati come il Texas, il Missouri e l’Arizona fino a raggiungere l’Illinois, precisamente, Chicago.

Conosciuta in tutto il mondo e meta ambita di qualsiasi viaggiatore, la Route 66 è di sicuro uno degli itinerari più gettonati dagli intenditori. Infatti, anche se da decenni è stata sostituita Dall’Interstate Highway System, con il nome di Historic Route 66, questa storica autostrada statunitense rimane un’attrazione cardine degli Stati Uniti d’America.

Gli stati che attraversa la Route 66

Pochi sanno che questa immensa Highway era una delle principali connessioni interstatali durante la prima metà del secolo scorso. Successivamente, negli anni, con la crescita di nuovi centri urbani e con modifiche infrastrutturali importanti ha subito delle declassazioni fino a diventare un vero e proprio museo a cielo aperto. Tuttavia, grazie alla sua fama mondiale, riesce a conquistare migliaia e migliaia di viaggiatori ogni anno.

La Route 66, con i suoi 3.755 chilometri di lunghezza collega ben otto stati nazionali oltre che a condurre sull’Oceano Pacifico. Inaugurata nel 1926 per collegare Chicago alla spiaggia di Santa Monica in California, La Route 66 attraversa:

  • Illinois
  • Missouri
  • Kansas
  • Oklahoma
  • Texas
  • New Mexico
  • Arizona
  • California

Un vero e proprio viaggio on the road tra alcuni degli stati più selvaggi degli USA.

Chicago, Illinois

Il principio della Historic Route 66 è proprio Chicago, anche nota come la città del vento. In questa metropoli, la terza maggiore dopo New York e Los Angeles, si possono ammirare dei luoghi affascinanti. Inoltre, bagnata dalle acque del Lago Michigan, è il luogo ideale per chi desidera visitare una grande città, pur sempre senza dover evitare un rilassante bagno sulle rive del rinomato specchio d’acqua.

Nella città di Chicago è molto famoso il museo d’arte internazionale, l’Art Institute of Chicago, che custodisce alcuni tesori di inestimabile valore. Immancabile è il grande Millennium Park, caratterizzato da un’ampia zona verde e l’emblematica scultura pubblica in acciaio inossidabile, il Cloud Gate. Questo emozionante viaggio non poteva avere origine da posto migliore.

Chicago, Route 66, United States

St. Louis, Missouri

Una volta lasciato alle spalle l’Illinois, si entra nella giurisdizione del Missouri e in questo stato si può approfittare della suggestiva città di St. Louis. Quest’ultima è una delle principali conurbazioni dello stato ed è una metà singolare dove si può ammirare il simbolo della città: il Gateway Arch, un mastodontico arco bianco che si estende in altezza fino a 192 metri.

St. Louis presenta ampi spazi verdi, tra i quali troviamo il Parco nazionale dell’Arco della porta, il Forest Park e l’Orto botanico. In queste aree si possono ammirare antichi monumenti locali e percorrere sentieri completamente immersi nel verde.

St. Louis, Missouri, Route 66

Tulsa e Oklahoma City

L’Oklahoma è una terra selvaggia ricoperta per quasi un quarto del suo territorio da boschi. Lungo la Route 66 si costeggiano aree boscose incredibilmente suggestive e si attraversano anche lande desolate da film. La rinomata Highway conduce anche a Tulsa, la città del petrolio. Quest’ultima è una località poco attraente, ma è costellata da una miriade di super ville di petrolieri e da musei che ne celebrano la sua importanza.

Tuttavia, l’Oklahoma più wild è quella che ricorda i paesaggi da film western come il Green Country, un’ampia area collinare nel Sud Ovest del paese e il Totem Pole Park, un incredibile parco con sculture davvero originali. Infine, percorrendo la Route 66 si raggiunge Oklahoma City, ossia la capitale dell’omonimo stato. Questa è probabilmente la città più vicina al genere western e ai cowboy. Infatti, per gli appassionati, è sicuramente una meta da non perdere lungo il tragitto.

Oklahoma,

Santa Fe e Albuquerque, New Mexico

Per un breve tratto, la Route 66 attraversa il selvaggio Texas. Tuttavia, una volta percorse alcune miglia nelle lande desolate texane, si giunge nel New Mexico. Inizialmente si raggiunge Albuquerque, una caratteristica città molto vivace. Per le strade del centro, come la Central Avenue, caffetterie, negozi e ristoranti affollano ogni angolo.

Anche se bisogna leggermente deviare dalla strada principale, sicuramente merita una visita la capitale del New Mexico, Santa Fe. Il verde della vegetazione e il rosso delle rocce si alternano in questo scenario alquanto particolare. Questa città è molto conosciuta per l’artista e pittrice Georgia O’Keeffe, infatti, le sue opere e il suo studio si possono ammirare nei musei locali.

La selvaggia Arizona

Una delle mete più gettonate dai turisti è senza alcun dubbio il mitico Grand Canyon. Situato nel Parco Nazionale del Grand Canyon, questa immensa gola scavata dagli agenti atmosferici nei millenni profonda circa 1900 metri. Una vera meraviglia naturalistica da non perdere assolutamente, deviando leggermente dalla via principale.

Ciò che più stupisce di questo stato sono i suoi paesaggi naturali, particolarmente famosi per il colore rosso della roccia. Ambientazione di conosciutissimi film western, la Monument Valley, il Grand Canyon e il Glen Canyon stupiscono per la loro bellezza. Inoltre, le lande desolate cosparse di cactus e aree desertiche catturano per la loro peculiarità, teatro di decine di battaglie tra Apachi e colonizzatori e santuario di una storia non molto lontana dai giorni nostri.

Arizona, Route 66, United States

Los Angeles e Santa Monica, California

Infine, si giunge nella caotica Los Angeles. Una città simbolo del cinema e caratterizzata dai lunghi viali alberati con palme. Una volta giunti in California, la Route 66 è praticamente ai suoi ultimi chilometri e se non si vuole visitare la città, si può pur sempre guidare sulle colline circostanti e avventurarsi tra le ville delle star di Hollywood.

La Highway si conclude nella località marittima di Santa Monica. Al suo termine, sulla spiaggia spunta il cartello: Route 66, End of the Trail. Il luogo migliore dove poter terminare un viaggio on the road come questo. Alla fine di questa esperienza si può godere di un po’ di sano relax in spiaggia e vivere la tranquillità di questo luogo magico.

La Route 66, prima che un’autostrada, è un’istituzione che nonostante la sua declassazione ed eliminazione dall’ Highway System permane come museo storico del paese.

Fabio Guarino – MDT Staff

Scrivi un Commento

vedi commenti