Via Dinarica: 6 incredibili mete del Trekking dei Balcani

La Via Dinarica è un trekking, un’esperienza continua, una scoperta. Con un’estensione di oltre 1.900 chilometri, attraversa i Balcani da Nord a Sud e conduce dalla Slovenia alla Macedonia. Ecco le 7 tappe da non perdere.

La Via Dinarica è una via escursionistica che consente di attraversare Slovenia, Croazia, Bosnia ed Erzegovina, Montenegro, Albania e Macedonia. Con i suoi 1.920 chilometri circa, ripercorre la penisola balcanica in un via vai di sali scendi e zig zag tra le Alpi Dinariche, Parchi Nazionali, Riserve e scenari incontaminati.

Il White Trail è il più conosciuto tra i tre sentieri e affronta un percorso difficile, con presenza di ferrate e dislivelli importanti. Gli altri due sono il Green Trail e il Blue Trail. Il primo si immerge in foreste e vallate dei Balcani. Mentre l’ultimo segue un itinerario a ridosso del Mar Adriatico. Ma dato che il più panoramico e scenografico è il White Trail, in questo articolo lo andremo ad approfondire scoprendo insieme alcune delle mete più suggestive lungo il suo tragitto. D’altronde, nel 2017 è stato nominato uno dei migliori trekking da National Geographic.

Riserva Naturale le Bijele e le Samarke Stijene

Probabilmente uno dei Parchi Naturali più affascinanti e selvaggi dei Balcani, le Bijele e le Samarke Stijene sono situate in Croazia. In particolare, nell’area anche nota come Velika Kapela sorgono scenari mozzafiato che presentano profonde depressioni, rocce scoscese e pinnacoli torreggianti. La natura ha il sopravvento e la tutela del paesaggio è stata messa al primo posto. A tal punto da dichiarare l’intera area Riserva Naturale Integrale. Ed è una delle misure di sicurezza più severe mai applicate su una determinata aree naturalistica, perfino maggiore dei Parchi Nazionali.

Dalla Slovenia bisogna percorrere circa 300 chilometri prima di raggiungerlo. Ma una volta giunti, vi sembrerà di vivere in un sogno. Gli scenari alpini, i picchi vertiginosi e le gughie frastagliate creano un paesaggio fantascientifico. In particolare, le conformazioni rocciose a tratti creano denti aguzzi che si stagliano verso l’alto, anche per 50 metri. Alcune di queste sono conosciute come le Dita Rocciose, ossia pinnacoli colossali che sembrano ricordare le dita di una mano. Ma lungo la Via Dinarica, la Croazia ha ancora tanto da offrire.

Parco Nazionale del Velebit Settentrionale Croazia

Nella lunga traversata dei Balcani e della Croazia, la Via Dinarica consente di costeggiare e attraversare il Parco Nazionale del Velebit Settentrionale. Il Velebit, che da il nome al Parco, è la montagna più imponente e ricca del Paese, ma non solo. Infatti, Il Parco è anche il più esteso della Croazia e offre sprazzi di natura tra i più suggestivi d’Europa.

Nella parte più a Sud del Velebit sorge il Crnopac, ossia la sezione del Velebit rinomata per le sue zone attrattive. Con conformazioni carsiche pronunciate, cime anguste, doline carsiche e strapiombi scoscesi, crea un labirinto di rocce bianche e vette calcaree. L’intera area carsica è leggermente separata dal Vebelit meridionale così da favorire ampie vedute. Il paesaggio e per lo più caratterizzato da prati verdi e lussureggianti che danno vita a contrasti unici con il bianco calcareo delle cime rocciose. Inoltre, sulle pendici settentrionali, si possono ammirare alcuni tra i sistemi di cave più lunghi dell’area delle Dinaridi: Kita Gaćešina – le Grotte di Draženova puhaljka.

Parco Naturale Blidinje

Dalla Croazia si giunge in Bosnia ed Erzegovina, un Paese ricco, selvaggio e antico. In particolare si percorrono chilometri in una natura salvaguardata e curata. Il Parco Naturale Blidinje è un’oasi verde costellata da monti, valli, vaste praterie e conformazioni rocciose tipiche dei paesaggi alpini. La via Dinarica consente di esplorare i meandri di una Bosnia eccezionale, mai scontata e più vicina alla natura di quanto chiunque possa pensare.

Via Diranica

Via Dinarica: la grande traversata sul Cvrsinca

Lungo l’itinerario si raggiunge Cvrsnica, una delle montagne più belle e la più alta della Bosnia ed Erzegovina. Qui la Via Dinarica segue il sentiero per Vilinac e Trinjaca per poi scendere verso Jablanica. Nei circa 2.000 chilometri di escursione, questa sarà di sicuro una delle tappe più emozionanti e ricche di tutto il percorso. Infatti, oltre ad ospitare le cime più elevate di tutto il tragitto, custodisce un rifugio montano situato a 1.964 metri s.l.m., il Vilinac, ma anche un paio di laghetti di origine glaciale e un caratteristico occhio di roccia noto come il Cancello del Ribelle.

Il Lago Boracko e il canyon di Rakitnica

A questo punto si raggiunge il Lago Boracko e il Canyon di Rakitnica, nei pressi del villaggio di Lukomir. La Bosnia qui regala ancora vedute dall’alto e canyon profondi da mozzar il fiato. Perdersi tra la vegetazione diventa quasi un gioco e non vorresti più ritornare indietro. Costeggiando il lago Boracko la mente si libera di ogni perturbazione e il cielo sereno ritorna in uno scenario sempre più vero.

Lago Boracko, via diranica, Bosnia ed Erzegovina

Via Dinarica in Albania: Parco Nazionale Valle Valbona

Giunti quasi al termine della Via Dinarica, nello specifico in Albania, si attraversano aree montane di immensa bellezza naturalistica. Infatti, si entra nel Parco Nazionale Valbona, la perla delle Alpi albanesi con circa 8.000 ettari di superficie e paesaggi incantati. I picchi rocciosi e scoscesi, come Jezerce, Iron, Kollata e Pecmarrës, attirano escursionisti, avventurieri e alpinisti provenienti da tutto il mondo e in questo fantastico itinerario potrai ammirarli direttamente con i tuoi occhi.

Valbona, Alpi Albania, via Diranica

Abbiamo visto aree naturalistiche selvagge della Croazia, della Bosnia e dell’Albania; terre magiche con un patrimonio naturale inestimabile. Ma la Via Dinarica attraversa decine di parchi e aree protette straordinarie come in Montenegro, Slovenia e Macedonia. Il viaggio alla scoperta di questi mondi remoti è possibile, basta solo prepararsi e partire per una spedizione che ti cambierà fino al midollo.

Fabio Guarino – MDT Staff

Scrivi un Commento

vedi commenti